Warning: Creating default object from empty value in /home/inter203/public_html/acquisireclienticlub/wp-content/themes/canvas/functions/admin-hooks.php on line 160

Come può un nuovo consulente marketing smart “farsi largo” tra tutti i consulenti marketing già esperti che già esistono sul mercato?

Ieri abbiamo visto che la competenza strategica per imparare a diventare un consulente marketing si può imparare in un tempo (relativamente) breve.

Più breve di quanto non potrebbe sembrare a prima vista.

Oggi invece rispondiamo ad un’altra domanda.

Ovvero:

perché un’azienda dovrebbe ascoltare un nuovo consulente marketing sul mercato, se questo è solo  “l’ultimo arrivato”?

Anche qui la differenza la fanno soprattutto due cose:

1) l’approccio che utilizzerai con il tuo potenziale cliente.

2) DOVE e COME andrai a raccogliere il cliente.

L’approccio

Sul primo punto punto posso dirti questo: devi sapere che qualche anno fa le piccole aziende erano molto attente al tuo titolo di studio.

Io personalmente venivo chiamato “dott. Marsala” (io ho in effetti una Laurea magistrale in economia, ma non mi è mai parso opportuno puntare su questo come elemento importante nella vendita di me stesso, anche perché oggi una Laurea ce l’hanno in troppi).

Beh, se un tempo “dott. Marsala” era obbligatorio, oggi non è più così.

Oggi, complice la crisi, il titolo di studio interessa a pochi (solo le grandissime aziende, che hanno logiche differenti).

Oggi al piccolo imprenditore interessa una sola cosa: che tu porti il risultato.

Naturalmente l’imprenditore, quando non ti conosce, non è certo che tu, al di là del tuo titolo di studio, sia in grado di portare il risultato.

Quindi, oggi più che mai, parlano i tuoi casi studio. E meglio ancora se sono casi studio nello stesso settore dell’imprenditore a cui ti rivolgi.

Ecco perché è importante per te, all’inizio, iniziare a fare esperienza su te stesso.

Promuovendo qualcosa di tuo, o di qualche amico.

Con che scopo?

Con il solo scopo di fare “caso studio”.

Se in questo momento non hai nessuna idea su cosa fare: tranquillo.

Nel corso ti spieghiamo un paio di metodi davvero efficaci e poco conociuti per fare questo, alcuni dei quali utilizzabili anche sul mercato freddo.

Ad esempio sapevi che le ONLUS hanno la possibilità di usufruire (se sai dove guardare) di uno speciale sconto per l’utilizzo di Google AdWords?

Questa e altre possibilità ti permettono di acquisire il primo cliente velocemente, e crearti i tuoi primi casi studio con un rischio minimo per l’imprenditore, ma già facendoti pagare a servizio o a revenue per il tuo primo lavoro.

Poi, seguendo il modello del consulente “smart”, potrai “moltiplicare” questo know how estendendolo in altri settori: ma non muovendoti a caso!

Invece cercando settori dove puoi fare “leva” sul know how acquisito in precedenza.

Dove raccogli i clienti.

Abbiamo detto che nel corso scoprirai che con le giuste strategie sarà possibile anche per te acquisire i numeri e l’esperienza necessaria per partire, anche se parti da zero.

E abbiamo detto, che operando in questo modo, puoi partire anche senza esperienza e anche senza titoli di studio.

Ma come combattere la concorrenza di esperti di marketing già “ben posizionati”, nonostante tu sia l’ultimo arrivato?

Semplice: ti poni con un approccio diverso. Ti poni con soluzioni diverse. Ma soprattutto: vai a prenderti i clienti in zone dove loro non vanno.

Il punto è questo: non puoi pensare di partire in questo mestiere proponendoti sul mercato freddo con ESPERIENZA ZERO senza dirlo in modo chiaro all’imprenditore.

Questo sarebbe scorretto da parte tua.

Però puoi pensare di rivolgerti alle persone e alle aziende che già conosci.
Puoi tranquillamente dire loro che questa è la tua prima esperienza, e che ti serve proprio per sperimentare le tue idee di marketing innovative.

E per questo motivo, e solo per questo motivo, farai loro un’offerta che non potranno rifiutare.

Per loro sarà un modo per risparmiare. Ma per te sarà l’inizio di una professionalità che ti può dare grandi soddisfazioni.

Non avrai concorrenti in quel tipo di mercato: perché sono persone che ti conoscono già, spesso da cliente.

Ad esempio: sarai senza dubbio cliente di una pizzeria, di un parrucchiere, e di molti altri esercizi commerciali.

Uno dei trucchi è proprio proporre i tuoi servizi di marketing a persone che conosci già.

E, in seguito, grazie ai casi studio creati, utilizzare altri accorgimenti che ti permettono di andare sul mercato freddo a proporre servizi… negli stessi settori dove sei partito.

Naturalmente NON nel modo in cui si propone il normale consulente marketing.

Ma nel modo smart ovvero: “cerco imprenditori con grandi problemi, spiego la soluzione, e gliela fornisco”.

Questo è, a nostro avviso, il modo migliore per iniziare (ed è quello che suggeriamo nel corso).

Come vedi da questo articolo c’è spazio e modo, anche per un nuovo consulente marketing (che lavora in modo “smart”) di entrare in un mercato  in modo etico, pulito, e con regole chiare per tutte le parti.

E, vedrai, questo è l’approccio che paga più di tutti.

Ma a questo punto forse sarai curioso.

Sai che martedì 14 Maggio esce il corso “Consulente Marketing Smart 2013”.

Ma cosa ti insegnamo a fare nel corso?

Alcune cose le hai già scoperte.

Nei prossimi giorni ti inviamo alcune informazioni più dettagliate proprio su questo argomento.

Rimani sintonizzato.

  • Elisa

    Sono curiosa di vedere tutte le cose che si possono imparare da questo corso, sperando che non costi una fortuna …altrimenti ci devo rinunciare!!

  • disqus_wGJ6C8IqDk

    Ho una societa’ di servizi, terziario avanzato, comunicazione digital e live (MICE). http://www.echocreative.it. Il settore live patisce della situazione economica e sociale che c’e’ in Italia naturalmente. Mi piacerebbe iscrivere al corso una mia collaboratrice che ha mansioni di sviluppo portafoglio-newbusiness, Sono interessata al programma e vorrei sapere il costo. Grazie