Warning: Creating default object from empty value in /home/inter203/public_html/acquisireclienticlub/wp-content/themes/canvas/functions/admin-hooks.php on line 160

Con la crisi, vali di più (il professionista del marketing è anti ciclico).

In questi giorni continuiamo a parlare di consulenza marketing, in occasione del corso che stiamo preparando e che vedrà la luce a breve (probabilmente il 14 maggio).

Lo facciamo perché tanti lettori ci chiedono spesso: “come proteggersi dalla crisi che sta colpendo il paese?”

Noi non siamo esperti di investimenti finanziari, di forex o di mercati speculativi.

Però sappiamo una cosa: se è vero che in qualsiasi mercato conoscere il marketing è una capacità fondamentale per darti libertà e sicurezza economica…

…questo è ancora più vero in momenti di crisi.

A nostro avviso potenziare il “muscolo” del marketing è uno dei pochi elementi che ti permette di avere una “assicurazione sulla vita” per il tuo futuro.

Non solo: riteniamo che chi vende consulenza marketing (nel modo giusto!) sia per sua natura “anti ciclico” rispetto alla crisi.

Ovvero: più c’è crisi, più ci sono opportunità per te che sai vendere il marketing nel modo giusto.

Se ci pensi è anche logico. Qual è l’ultimo know how a “rimanere a piedi” (a patto di svilupparlo nel mondo giusto), qualsiasi situazione economica ti si presenti davanti? Qual è l’ultima cosa che un’azienda rinuncerà a fare?

Una cosa sola: trovare nuovi clienti.

Un’azienda non può smettere di trovare clienti. Se lo fa, muore (in uno dei prossimi articoli ti spiegherò come mai, nonostante questo sia assolutamente vero, nel 2012 gli investimenti in marketing si siano ridotti. E, vedrai, è una bella notizia per te).

Questa necessità “primaria” di trovare clienti per un’azienda (che corrisponde al “mangiare” per un essere umano) fa si che non ci sia crisi che tenga: se sei in grado di aiutare le aziende a vendere, trovare clienti, e guadagnare di più, sei una persona che ha un valore di mercato tangibile. Un valore almeno pari a una parte di quanto sei in grado di produrre per l’azienda.

Detto in altre parole: ci sarà sempre qualcuno che sarà disposto a metterti in mano dei soldi a patto che tu sia in grado di generare altri soldi. O, nella peggiore delle ipotesi, qualcuno che vorrà condividere con te la sua idea di business e il suo prodotto (su cui magari ha già investito molto) con la speranza che tu possa aiutarlo a promuoverlo.

Questo è quello che già fanno i più bravi consulenti marketing normalmente.

Ma… c’è un ma.

Purtroppo è vero che la MAGGIOR PARTE dei consulenti marketing “tradizionali” guadagnando poco e lavorano molto. E, proprio nel 2012, sono rimasti senza clienti.

Un fatto è certo: nel 2012 il consulente marketing “tradizionale” è stato colpito in modo forte dalla crisi.

Motivo? Le aziende non hanno soldi, e “tagliano i costi di marketing”.

Ma è veramente così?

Non proprio (e lo vedrai in uno dei prossimi articoli).

Quello che nel 2012 è andato in crisi, è un CERTO MODO di offrire consulenza marketing.

Un modo che, semplicemente, non è più aggiornato con i tempi di oggi.

La chiave di tutto sta nel come il consulente marketing “tradizionale” oggi si pone.

Un modo non più adatto ai tempi che corrono, e per questo non efficace.

Per distinguere questo “modo” di fare consulenza marketing da un modo differente (quello che io e Nicola utilizziamo) abbiamo creato una nuova figura di consulente marketing.

Una figura professionale che è in grado di far ottenere buoni risultati per i propri clienti, ma in più moltiplicando il profitto per ogni ora lavorata e in qualche caso creando dei flussi di denaro paragonabili a rendite mensili…

Li abbiamo chiamati “consulenti marketing smart”.

Nel nostro modo di vedere i consulenti smart sono quei signori a cui tu dai in mano un prodotto, un’idea, e dei soldi per realizzare il tutto.

E loro, in modo non per forza compreso dai più, trasformano tutto questo in un business fiorente.

Ti piacerebbe lavorare come un consulente marketing “smart” anziché come un consulente tradizionale?

Allora, tanto per iniziare, ecco 5 differenze tra il modo di operare “normale” e il modo di operare “smart”.

Cosa fa di diverso dunque un consulente marketing smart (che può prosperare anche in momenti di crisi) da un consulente marketing normale?

Ecco alcuni spunti (verranno approfonditi nei prossimi articoli):

– anziché lavorare in modo personalizzato, lavora in modo “standardizzato” (ovvero vende prodotti che hanno l’aspetto di servizi, non viceversa!)

– anziché accettare qualsiasi cliente, si specializza in una sola categoria (e cerca di attrarre solo quella). Così può fare leva sul know how di un solo settore e sfruttare il suo brand posizioning.

– anziché essere un tecnico, è uno stratega. Non si occupa dello sviluppo “manuale”, ma di come le parti sviluppate debbano produrre risultati (di questo parliamo meglio nei prossimi giorni).

– anziché lavorare da solo, sviluppa un team. E’ una figura più simile all’imprenditore che al consulente tradizionale.

– (vitale!) anziché acquisire clienti che CERCANO un consulente marketing, acquisisce clienti che HANNO un problema! Questo merita un approfondimento in un articolo successivo.

Ora se ci pensi: quanti consulenti marketing conosci che fanno queste cose?

Probabilmente pochi o nessuno. E questa è la grande opportunità per te!

Noi stessi riteniamo che oggi vendere marketing in modo classico non sia più consigliabile.

Mentre riteniamo sia MOLTO consigliabile vendere marketing in un modo che abbiamo chiamato “smart”.

Perché mai come oggi esistono più persone che hanno bisogno di un consulente marketing “smart” di quanti consulenti smart si possano trovare.

Ed è per questo motivo che stiamo sviluppando un corso su questo argomento: come diventare un consulente marketing “smart” nel 2013.

Domani ti parlerò in effetti proprio di questo: perché oggi non c’è più bisogno di normali consulenti marketing, e perché invece si è creato un grande spazio per chi impara a vendere la professionalità di marketing da un punto di vista diverso.

A domani!

  • Stefano

    seguo con grande interesse queste lezioni anche perchè sto leggendo un libro proprio sul Marketing Comunicativo dell’Impresa. Ritengo che questi argomenti siano di interesse essenziale per chi come me non vuole più fare il venditore di spazi pubblicitari e/o biglietti da visita ma diventare un consulente a 360° che prima di vendere qualcosa (perchè comunque di qualcosa bisogna campare) crea una relazione ed una comunicazione con il cliente diventando così il suo consulente.